Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Aspirina come prevenzione secondaria nei pazienti con cancro colorettale


L'uso regolare di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) è associato a ridotta incidenza e mortalità del tumore del colon-retto ( CRC ).
Tuttavia, l’Aspirina nella prevenzione primaria è un argomento dibattuto a causa del rischio di effetti avversi emorragici.
Il rapporto rischio-beneficio dell’Aspirina nella prevenzione secondariaè più accettabile.

È stata esaminata l'associazione tra uso di Aspirina dopo la diagnosi di tumore del colon e del retto con la sopravvivenza specifica per cancro colorettale specifica e la sopravvivenza globale.

Un studio osservazionale di coorte basato sulla popolazione, retrospettivo, è stato condotto collegando i pazienti con diagnosi di carcinoma del colon e del retto dal 2004 al 2011 ( Cancer Registry of Norway ) con i dati sull’uso di Aspirina ( The Norwegian Prescription Database ).
Questi registri coprono oltre il 99% della popolazione norvegese, comprendendo tutti i pazienti in maniera consecutiva e non-selezionata.

L’esposizione all’Aspirina è stata definita dalle prescrizioni di Aspirina per un periodo superiore a 6 mesi dopo la diagnosi di carcinoma del colon-retto.

Le principali misure di esito dello studio erano la sopravvivenza tumore-specifica e la sopravvivenza globale.

In totale sono stati inclusi 23.162 pazienti con diagnosi di tumore del colon-retto, 6.102 dei quali sono stati esposti ad Aspirina dopo la diagnosi oncologica ( 26.3% ).

Il tempo mediano di follow-up è stato di 3.0 anni.

In totale si sono verificati 2.071 decessi ( 32.9%, tutte le cause ) tra i pazienti esposti ad Aspirina, di cui 1.158 ( 19.0% ) erano cancro-specifici.

Tra i pazienti non-esposti ( n=17.060 ) ci sono stati 7.218 decessi ( 42.3% ), di cui 5.375 ( 31.5% ) erano correlati alla malattia tumorale gastrointestinale.

All'analisi multivariata, l'esposizione ad Aspirina dopo la diagnosi di tumore colorettale è risultata indipendentemente associata a una migliore sopravvivenza cancro-specifica ( hazard ratio, HR=0.85 ) e a sopravvivenza globale ( HR=0.95 ).

In conclusione, l'uso di Aspirina dopo la diagnosi di carcinoma colorettale è indipendentemente associato a un miglioramento della sopravvivenza tumore-specifica e della sopravvivenza globale. ( Xagena2016 )

Bains SJ et al, J Clin Oncol 2016; 34: 2501-2508

Onco2016 Gastro2016 Farma2016


Indietro