Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Effetto a lungo termine dell'Aspirina sul rischio di cancro nei portatori di carcinoma colorettale ereditario


Studi osservazionali riferiscono meno carcinomi colorettali nei consumatori abituali di Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) e studi randomizzati e controllati hanno mostrato un ridotto rischio di adenomi ma nessuno ha previsto la prevenzione del carcinoma colorettale come endpoint primario.

Lo studio CAPP2 è stato condotto con lo scopo di valutare gli effetti antineoplastici di Aspirina e di un amido resistente nei portatori della sindrome di Lynch, la forma principale di carcinoma del colon-retto ereditario.

Nello studio randomizzato CAPP2, i portatori di sindrome di Lynch sono stati assegnati in maniera casuale a 600 mg di Aspirina o Aspirina placebo o 30 g di amido resistente o amido placebo, per un periodo durato fino a 4 anni.

L'endpoint primario era lo sviluppo di tumore del colon e del retto; le analisi sono state condotte per intention-to-treat e per protocollo.

Gli 861 partecipanti sono stati randomizzati ad Aspirina o Aspirina placebo.

A un follow-up medio di 55.7 mesi, 48 partecipanti avevano sviluppato 53 carcinomi colorettali primari ( 18 su 427 nel gruppo Aspirina, 30 su 434 nel gruppo Aspirina placebo ).

L'analisi intention-to-treat del tempo al primo carcinoma colorettale ha mostrato un hazard ratio ( HR ) di 0.63 ( p=0.12 ).

La regressione di Poisson applicata tenendo conto di eventi primari multipli ha portato a un rate ratio di incidenza ( IRR ) di 0.56 ( p=0.05 ).

Per i partecipanti che hanno completato i due anni di intervento ( 258 con Aspirina, 250 con Aspirina placebo ), l'analisi per-protocollo ha portato a un HR di 0.41 ( p=0.02 ) e a un IRR di 0.37 ( p=0.008 ).

Non sono disponibili dati relativi agli eventi avversi post-intervento e durante l'intervento gli eventi avversi non hanno mostrato differenze tra gruppo Aspirina e placebo.

In conclusione, 600 mg di Aspirina al giorno per un periodo medio di 25 mesi riducono sostanzialmente l'incidenza di cancro dopo 55.7 mesi nei portatori di carcinoma del colon e del retto ereditario.
Sono necessari ulteriori studi per stabilire il dosaggio ottimale e la durata del trattamento con Aspirina. ( Xagena2011 )

Burn J et al, Lancet 2011; 378: 2081-2087


Gastro2011 Onco2011 Farma2011


Indietro