Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Frequenza di elevati biomarker di carcinoma epatocellulare nei pazienti con epatite C


Gli studi prospettici sui biomarcatori sierici di carcinoma epatocellulare nei pazienti con epatite C sono scarsi.

Uno studio ha cercato di determinare la frequenza e le prestazioni di livelli elevati di alfa-fetoproteina ( AFP ), AFP-L3, e des-gamma-carbossi protrombina ( DCP ) come biomarcatori di carcinoma epatocellulare nella epatite C avanzata.

I pazienti nello studio HALT-C sono stati testati ogni 3 mesi per 42 mesi.
È stata effettuata una ecografia di screening ogni 12 mesi.
Sono stati confrontati i livelli di biomarcatori nei pazienti in cui il carcinoma epatocellulare si è o non si è sviluppato.

Sono stati valutati in tutto 855 pazienti; il carcinoma epatocellulare si è sviluppato in 46.

Tra i pazienti senza carcinoma epatocellulare, il 73.2% ha avuto costantemente valori AFP minori di 20, il 24.5% ha avuto almeno un valore di AFP tra 20 e 199, e il 2.3% ha avuto almeno un valore di AFP maggiore o uguale a 200 ng/ml.

Il 73.7% ha presentato DCP costantemente inferiore a 90, l’11.6% ha avuto almeno un valore di DCP tra 90 e 149, e il 14.7% ha avuto almeno un valore di DCP maggiore o uguale a 150 mAU/ml.

AFP-L3 maggiore o uguale al 10% era presente almeno una volta nel 9.0% e nel 17.1% dei soggetti con AFP maggiore o uguale a 20 ng/ml.

Tra tutti i pazienti con biomarcatori elevati, una diagnosi di carcinoma epatocellulare è stata fatta in 0-31.6% ( a seconda del biomarcatore e del cutoff ) durante i 24 mesi successivi.

AFP maggiore o uguale a 200 ng/ml ha avuto la più alta specificità ( 99% ), ma la sensibilità è stata minore o uguale al 20%.

DCP maggiore o uguale a 40 mAU/ml ha avuto la più alta sensibilità ( 76% ), ma la specificità è stata del 58%.

I predittori indipendenti di AFP elevata sono stati sesso ( femminile ), etnia ( neri ), malattia più avanzata e carcinoma epatocellulare.

La DCP elevata è stata associata a malattia più avanzata e carcinoma epatocellulare.

In conclusione, aumenti lievi-moderati di AFP e DCP totali, ma non di AFP-L3 si verificano di frequente nei pazienti con epatite C cronica e fibrosi avanzata, sono legati a fattori diversi dal carcinoma epatocellulare e sono scarsi fattori predittivi di carcinoma epatocellulare. ( Xagena2012 )

Sterling RK et al, Am J Gastroenterol 2012; 107: 64-74

Gastro2012 Diagno2012 Inf2012 Onco2012



Indietro