Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Imipramina a bassa dose per dispepsia funzionale refrattaria


Le lineeguida raccomandano l'uso dei neuromodulatori nei pazienti con dispepsia funzionale che non rispondono agli inibitori della pompa protonica ( PPI ) e ai procinetici; tuttavia, vi sono pochi dati da studi randomizzati controllati che supportano il loro uso.

Sono state valutate la sicurezza e l'efficacia di Imipramina ( Tofranil ), un antidepressivo triciclico ( TCA ), nella dispepsia funzionale refrattaria al trattamento.

In uno studio in doppio cieco, randomizzato, sono stati arruolati pazienti con dispepsia funzionale Roma II di età compresa tra 18 e 80 anni.
I pazienti eleggibili erano Helicobacter pylori-negativi, avevano normale endoscopia del tratto gastrointestinale superiore ed ecografia addominale, ed erano rimasti sintomatici dopo il trattamento in aperto con 8 settimane di Esomeprazolo e 4 settimane di Domperidone.

I pazienti hanno completato questionari per valutare i sintomi della dispepsia, umore e insonnia, e sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Imipramina ( alla dose di 25 mg una volta alla sera per le prime 2 settimane e poi 50 mg in seguito ) oppure al placebo per 12 settimane.

L'endpoint primario era un sollievo complessivo soddisfacente dai sintomi della dispepsia globale a 12 settimane, attraverso la valutazione riportata dal paziente nella popolazione intention-to-treat.

Tra il 2005 e il 2010, 107 pazienti con dispepsia funzionale refrattaria al trattamento sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Imipramina ( n=55 ) oppure placebo ( n=52 ).

Il sollievo dai sintomi della dispepsia globale a 12 settimane si è verificato in 35 pazienti su 55 ( 63.6% ) con Imipramina rispetto a 19 su 52 ( 36% ) con placebo ( P=0.0051 ).

10 pazienti ( 18% ) in trattamento con Imipramina hanno interrotto lo studio a causa di eventi avversi ( 3 secchezza delle fauci, 2 costipazione, 2 sonnolenza e 1 ciascuno per insonnia, palpitazioni e visione offuscata ), rispetto a 4 ( 8% ) con placebo ( 1 secchezza delle fauci e costipazione e 1 ciascuno per palpitazioni, peggioramento del reflusso gastro-esofageo e parestesia degli arti ).
Non ci sono stati gravi eventi avversi.

L'Imipramina a basso dosaggio deve essere considerata una possibile terapia per pazienti con dispepsia funzionale refrattaria sia agli inibitori della pompa protonica che ai procinetici, sebbene i pazienti debbano essere avvertiti riguardo al profilo degli eventi avversi. ( Xagena2018 )

Cheong PK et al, Lancet Gastroenterol Hepatol 2018; 3: 837-844

Gastro2018 Farma2018


Indietro