Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Pregabalin può migliorare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile


Uno studio pilota randomizzato ha mostrato che Pregabalin ( Lyrica ) può migliorare i sintomi della sindrome dell'intestino irritabile, compresi i sintomi generali, il dolore addominale e, potenzialmente, il gonfiore e la diarrea.


Pregabalin è un derivato strutturale del GABA ( Acido gamma-aminobutirrico ), e un ligando della subunità alfa 2-delta del canale del calcio, con effetto analgesico noto e attività ansiolitica.
Pregabalin viene impiegato nella fibromialgia, in varie forme di dolore neuropatico, nel disturbo d'ansia generalizzato e nella sindrome delle gambe senza riposo.

Studi hanno documentato che la fibromialgia è comune nei pazienti con sindrome dell’intestino irritabile, e ci sono stati studi che hanno riportato che tra i pazienti con fibromialgia è riscontrabile anche la sindrome dell’intestino irritabile.
I pazienti con sindrome dell’intestino irritabile presentano alti livelli di ansia.

Un precedente studio aveva mostrato che Pregabalin modifica l’ipersensibilità viscerale nei pazienti con sindrome dell’intestino irritabile.

Hnano preso parte allo studio 85 pazienti adulti con sindrome dell’intestino irritabile con l’obiettivo di verificare gli effetti di Pregabalin sui sintomi gastrointestinali della sindrome.

I pazienti ( età media 39.4 anni; 86% donne ), che avevano al basale, punteggi di dolore superiori a 50/100, sono stati assegnati in modo casuale a ricevere 225 mg di Pregabalin oppure placebo due volte al giorno per 12 settimane.
Il 21% dei pazienti presentava sindrome dell’intestino irritabile con costipazione, il 35% aveva invece sindrome dell’intestino irritabile a forma mista, il 44% aveva sindrome dell’intestino irritabile con diarrea, e il 20% presentava anche fibromialgia.

L'endpoint primario era rappresentato da punteggi medi di dolore / disagio alla scala BSS ( Bowel Symptom Scale ) durante le ultime 4 settimane di trattamento.

Questi punteggi sono risultati significativamente più bassi nel braccio trattamento, rispetto al braccio placebo ( 25 vs 42; P=0.008 ).

I punteggi di gravità medi complessivi alla scala BSS sono risultati, nello stesso periodo, inferiori nel braccio trattamento ( 26 vs 42; P=0.009 ), così come lo erano i punteggi riguardanti la diarrea alla scala BSS ( P=0-049 ) e i punteggi BSS riguardo al gonfiore ( P=0.044 ), ma non è stata riscontrata alcuna differenza nei punteggi BSS riguardanti la costipazione.

I risultati non erano dissimili durante l'ultima settimana di trattamento.

In termini di endpoint secondari, non è stata osservata alcuna differenza significativa nel sollievo adeguato alla settimana 12 tra i due gruppi ( 46% vs 36%; P = 0.35 ).

Il 63% del gruppo trattamento, rispetto al 45% del gruppo placebo, ha presentato cambiamenti dell’intensità del dolore di 3 o più punti durante l'ultima settimana di trattamento ( P= 0.1 ).

La qualità di vita, connessa alla sindrome dell’intestino irritabile è risultata comparabile tra i gruppi alla fine del trattamento.

Da questo studio pilota è emerso che Pregabalin può esercitare effetti benefici sui sintomi della sindrome dell’intestino irritabile, compresi i sintomi generali e i dolori addominali, ma anche potenzialmente su gonfiore e diarrea. ( Xagena2016 )

Fonte: American College of Gastroenterology ( ACG ) Annual Scientific Meeting, 2016

Gastro2016 Farma2016


Indietro