Gastroenterologia.net

Gastroenterologia

L’infezione ricorrente da Clostridium difficile ( rCDI ) contribuisce a un elevato carico di malattia nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale ( IBD ). Nello studio RECIDIVISM, i ricercat ...


L’infezione da Clostridium difficile ( CDI ) è la principale causa di diarrea associata agli antibiotici. Nel corso delle ultime decadi l’incidenza e la gravità dell’infezione da Clostridium diffici ...


Fino ad oggi, solo pochi studi con un piccolo numero di pazienti hanno descritto il doppio stenting ( biliare e duodenale ), in particolare il drenaggio biliare endoscopico ecoguidato ( EUS ) per i pa ...


Nei pazienti con ostruzione biliare maligna ( MBO ) distale non-resecabile, il drenaggio biliare endoscopico utilizzando stent metallici auto-espandibili ( SEMS ) è un trattamento palliativo ben defin ...


I ricercatori hanno dimostrato che la presenza del batterio Porphyromonas gingivalis nella mucosa esofagea può essere associato a un aumentato rischio di carcinoma a cellule squamose dell'esofago. ...


La malgiunzione biliopancreatica ( PBM ) è una malformazione congenita in cui i dotti pancreatici e biliari si uniscono anatomicamente al di fuori della parete duodenale. Le linee guida giapponesi d ...


È stata rivista la letteratura pubblicata sull'accuratezza dei marcatori infiammatori fecali per identificare la guarigione della mucosa. I dati sono stati raggruppati in base a ogni marcatore feca ...


La sindrome dell'intestino irritabile ( IBS ) è considerata una diagnosi di esclusione. L’obiettivo di uno studio è stato quello di effettuare una revisione sistematica e una meta-analisi per valuta ...


La malattia da reflusso gastroesofageo ( GERD ) è una malattia molto diffusa. Uno studio ha valutato i fattori di rischio dei sintomi di reflusso gastroesofageo di nuova insorgenza ( GERS ). Lo stu ...


La colite microscopica è caratterizzata da diarrea cronica acquosa. Recentemente, sono stati segnalati diversi farmaci che possono aumentare il rischio di colite microscopica. Tuttavia, gli studi ...


La stimolazione del nervo sacrale ( SNS ) è un potenziale trattamento per la stipsi refrattaria alle terapie standard. Tuttavia, non vi sono studi randomizzati controllati riguardanti la sua efficacia ...


L’infezione da Helicobacter pylori ( H. pylori ) e l'uso di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ) o Aspirina a basso dosaggio ( ASA; Acido Acetilsalicilico ) sono associati con l’ulcera pepti ...


La malattia di Crohn de novo si sviluppa nel 5-10% dei pazienti dopo anastomosi ileo-pouch-anale ( IPAA ) per la colite ulcerosa, portando a un aumento della morbilità e della percentuale di falliment ...


Si è determinato se la malattia infiammatoria intestinale ( IBD ) sia in grado di influenzare il rischio di pancreatite acuta. Sono stati identificati 11.909 pazienti con diagnosi di malattia infia ...


La terapia immunosoppressiva può influire sul rischio di cancro nella malattia infiammatoria intestinale ( IBD ). Dati specifici sul cancro riguardanti il rischio e gli esiti sono scarsi e mancano anc ...


Il diabete mellito e l'ipertensione sono fattori di rischio indipendenti per lo sviluppo di carcinoma epatocellulare, anche quando la cirrosi e le sue cause più comuni vengono prese in considerazione. ...


Il fumo attivo è associato a più alto rischio di cancro del colon-retto, ma la sua associazione con la sopravvivenza dopo la diagnosi di cancro del colon-retto non è ben definita. Sono state studi ...


La nutrizione enterale precoce attraverso un catetere di alimentazione naso-enterico è spesso usata in pazienti con pancreatite acuta grave per prevenire infezioni di origine intestinale, ma le prove ...


I carcinomi del canale anale sono fortemente associati con il papillomavirus umano ( HPV ). L'espressione di p16 è utilizzata come marcatore surrogato di infezione da HPV. In uno studio retrospett ...


In uno studio basato sulla popolazione con 7 anni di follow-up riguardante pazienti con colite ulcerosa o malattia di Crohn, sono state descritte la progressione della malattia e i tassi di interventi ...


La gastroparesi è una complicanza ben nota del diabete mellito. I consigli dietetici sono considerati importanti per ridurre i sintomi gastrointestinali in pazienti con gastroparesi diabetica, ma non ...


Nei precedenti studi, l'associazione stimata tra Helicobacter pylori ed esofago di Barrett è risultata eterogenea. È stata esaminata l'associazione tra Helicobacter pylori ed esofago di Barrett, e s ...


Le neoplasie cistiche del pancreas vengono rilevate con sempre maggiore frequenza. È stata determinata l'incidenza di neoplasie ed è stato sviluppato un sistema di imaging per la previsione della ma ...


Il carcinoma esofageo a cellule squamose ( ESCC ) è una delle più frequenti cause di morte per cancro in tutto il mondo; è necessaria una diagnosi il più precoce possibile. È stato valutato il potenz ...


La gastrite eosinofila, definita dai criteri istologici come marcata eosinofilia nello stomaco, è rara, e mancano grandi studi nei bambini. Sono state descritte le caratteristiche cliniche, endoscop ...


Sebbene il monitoraggio colonscopico dei pazienti dopo la rimozione degli adenomi sia ampiamente promosso, poco si sa circa la mortalità da cancro colorettale in questi pazienti. Usando il Cancer R ...


L’esofago di Barrett è associato a un aumentato rischio di sviluppare adenocarcinoma esofageo. I pazienti con diagnosi nota di esofago di Barrett sono generalmente invitati a partecipare a un progra ...


Una revisione e meta-analisi Cochrane ha concluso che non vi è necessità di ulteriori ricerche sugli effetti avversi, tra cui il cancro, dopo il trattamento con antagonisti del fattore di necrosi tumo ...


L’esofago di Barrett con displasia di basso grado è associato a un aumentato rischio di sviluppare adenocarcinoma esofageo, un cancro in rapido aumento di incidenza nel mondo occidentale. Si è dete ...


Uno studio ha verificato se la ricerca di Helicobacter pylori e il trattamento con la terapia di eradicazione siano in grado di ridurre l'incidenza del cancro gastrico tra gli individui infetti, asin ...


La combinazione di inserzione di stent e singola brachiterapia a dose elevata rappresenta un trattamento palliativo praticabile e sicuro in pazienti con carcinoma esofageo non-resecabile. È stato ...


La terapia con tiopurine ( Azatioprina [ Imuran ], 6-Mercaptopurina [ Purinethol ] per la malattia infiammatoria intestinale è stata associata ad un aumentato rischio di linfoma. È stato stimato il ...


I pazienti con malattia infiammatoria intestinale sono ad aumentato rischio di sviluppare neoplasia colorettale. Si è dibattuto se il trattamento della malattia infiammatoria intestinale con tiopuri ...


L'anemia è una complicanza comune nella malattia infiammatoria intestinale, spesso derivante da carenza di ferro. Le lineeguida sulla malattia infiammatoria intestinale sostengono la somministrazion ...


I risultati oncologici della gastrectomia per via laparoscopica per il trattamento del carcinoma gastrico non sono stati valutati. Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare, retrospetti ...


Circa il 6% dei tumori del colon-retto viene diagnosticato entro 3-5 anni dopo che il paziente è stato sottoposto a una colonscopia. I tumori del colon-retto che si sono sviluppati nell’intervallo ...


Il maggior tasso di rilevazione ( e asportazione ) dell'adenoma ( quintile più alto ) è risultato associato a riduzione del rischio per un qualsiasi tipo di cancro di intervallo, cancro di intervallo ...


Una meta-analisi ha mostrato che gli anticorpi anti-Infliximab sono responsabili di un rischio molto più elevato di reazioni infusionali acute in pazienti con malattia infiammatoria intestinale.Sono s ...


È stata valutata la risposta immunitaria al vaccino adiuvato per la pandemia 2009 A/H1N1 ( pH1N1 ) in pazienti con malattia infiammatoria intestinale ( IBD ) trattati con farmaci anti-TNF-alfa da soli ...


Gli inibitori della pompa protonica sono altamente efficaci nel trattamento di condizioni patologiche del tratto gastrointestinale superiore acido-correlate e stanno rapidamente diventando uno dei tra ...


Gonfiore e distensione sono spesso attribuiti a fattori alimentari da parte dei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile. Uno studio ha esaminato gli effetti della produzione di gas e della ipe ...


Uno studio, retrospettivo ed osservazionale, ha valutato l'effetto delle ondate di calore sulle riacutizzazioni di malattia infiammatoria intestinale e gastroenterite infettiva.Sono stati raccolti i d ...


La resezione endoscopica della mucosa è una tecnica consolidata per la gestione dell’esofago di Barrett. Anche se la resezione endoscopica della mucosa è generalmente percepita come una procedura rela ...


Il decorso della malattia infiammatoria intestinale dopo trapianto di fegato per la colangite sclerosante primaria è complesso, con diversi fattori correlati alla malattia infiammatoria intestinale, a ...


Ricercatori dell’Università di Bologna hanno scoperto che i pazienti affetti da malattia celiaca presentano una probabilità del 10% più elevata di sviluppare fibromialgia.Sono stati esaminati 90 pazie ...


La fistola pancreatica post-operatoria è la principale causa di decesso e morbilità dopo la pancreaticoduodenectomia.Tuttavia, il miglior metodo di ricostruzione per ridurre l’insorgenza di fistola è ...


La storia naturale della cirrosi compensata HCV-correlata è stata scarsamente studiata nei paesi latino-americani. Uno studio ha valutato la mortalità e gli esiti clinici nei pazienti cirrotici compen ...


I pazienti con reflusso gastroesofageo con risposta parziale agli inibitori della pompa protonica spesso cercano terapie alternative.Uno studio ha valutato la sicurezza e la efficacia di un nuovo disp ...


Precedenti ricerche hanno indicato che la obesità può essere legata alla gravità della pancreatite acuta. Tuttavia, non è stata studiata l'associazione tra adiposità addominale e totale come fattori d ...


Uno studio ha valutato la prevalenza di incontinenza fecale in donne anziane e ha esaminato le associazioni tra i potenziali fattori di rischio e incontinenza fecale prevalente.È stato condotto uno st ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer