Gastrobase.it
XagenaNewsletter
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa

Autoanticorpi come potenziali biomarcatori per la diagnosi precoce del carcinoma esofageo a cellule squamose


Il carcinoma esofageo a cellule squamose ( ESCC ) è una delle più frequenti cause di morte per cancro in tutto il mondo; è necessaria una diagnosi il più precoce possibile.
È stato valutato il potenziale diagnostico di un panel di autoanticorpi che possono permettere una diagnosi precoce.

Sono stati analizzati i dati relativi a pazienti con tumore esofageo a cellule squamose e controlli normali in una coorte di prova e in una coorte di validazione.

I livelli di autoanticorpi sono stati misurati relativamente a un gruppo di 6 antigeni associati al tumore ( p53; NY-ESO-1; metalloproteinasi-7 della matrice, MMP-7; heat shock protein 70, Hsp70; perossiredossina VI, Prx VI; oncogene BMI1 Polycomb anulare, Bmi-1 ) con test immunoenzimatico ELISA.

Sono stati valutati gli autoanticorpi nel siero di 513 partecipanti: 388 con carcinoma esofageo a cellule squamose e 125 controlli normali.
La coorte di validazione era composta da 371 partecipanti: 237 con cancro esofageo a cellule squamose e 134 controlli normali.

Gli autoanticorpi diretti ad almeno 1 di 6 antigeni hanno dimostrato una sensibilità / specificità, rispettivamente, del 57% e del 51% nelle coorti di test e di validazione.

La misurazione del panel di autoanticorpi potrebbe differenziare in fase iniziale i pazienti con carcinoma esofageo a cellule squamose dai controlli normali ( sensibilità 45% e specificità 95% nella coorte test; 46% e 96% nella coorte di validazione ).

In ogni coorte, sono state osservate differenze significative quando i pazienti sono stati suddivisi per età, sesso, abitudine al fumo, dimensione del tumore, sede del tumore, profondità della invasione tumorale, grado istologico, stato dei linfonodi, stadio TNM, o gruppi in stadio precoce e avanzato.

In conclusione, la misura di una risposta autoanticorpale a più antigeni associati al tumore in un saggio con panel ottimizzato per aiutare a discriminare i pazienti con carcinoma esofageo a cellule squamose in fase iniziale dai controlli normali, può essere di aiuto nella diagnosi precoce del carcinoma esofageo a cellule squamose. ( Xagena2014 )

Xu Yi-Wei et al, Am J Gastroenterol 2014;109:36-45

Gastro2014 Onco2014 Diagno2014



Indietro