Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Infezione da Helicobacter pylori ed impiego dei framaci antinfiammatori nell’ulcera peptica


La relazione tra infezione da Helicobacter pylori ed impiego dei farmaci antinfiammatori (FANS) nella patogenesi dell’ulcera peptica è controversa.
In 16 studi con 1.625 soggetti che assumevano FANS, l’ulcera peptica non complicata si presentava significativamente più comunemente nei pazienti con positività per l’Helicobacter pylori che non in quelli con negatività (41,7% vs 25,9%; OD 2,12 ; 95% CI, 1,68-2,67).
In 5 studi controllati, l’ulcera peptica risultava significativamente più comune in coloro che assumevano FANS (35,8%) che non nel gruppo controllo (8,3%) senza alcun riguardo all’infezione da Helicobacter pylori.
Rispetto ai soggetti negativi per l’Helicobacter pylori che non assumevano FANS, il rischio di ulcera in coloro che assumevano FANS ed erano infettati da Helicobacter pylori era pari a 61,1.
L’infezione da Helicobacter pylori ha aumentato il rischio di ulcera peptica nei soggetti che assumevano i FANS di 3,53 volte oltre al rischio prodotto dall’impiego dei FANS (OD: 19,4).
In modo similare, in presenza di rischio di ulcera peptica associato all’infezione da Helicobacter pylori (18,1), l’impiego dei FANS ha aumentato il rischio di ulcera peptica di 3,55 volte.
L’infezione da Helicobacter pylori e l’impiego dei FANS hanno aumentato il rischio di sanguinamento gastrico duodenale di 1,79 e 4,85 volte, rispettivamente.
Tuttavia, il rischio di sanguinamento è aumentato a 6,13 volte quando entrambi i fattori erano presenti.
Da questa meta-analisi emerge che l’infezione da Helicobacter pylori e l’impiego dei FANS aumentano in modo indipendente il rischio di ulcera peptica e di sanguinamento.
Esiste un sinergismo nello sviluppo di ulcera peptica e di sanguinamento tra l’infezione di Helicobacter pylori e l’impiego dei FANS.
L’ulcera peptica è rara infatti nei soggetti che non assumono i FANS e sono Helicobacter pylori negativi.

Huang JQ et al, Lancet 2002; 359: 14-22
( Xagena2002 )


Indietro